lunedì 12 dicembre 2011

Le cose che so fare. Esercizio di stile.


So andare in bicicletta e fingere disinvoltura infilando certe strade in contromano. Parlo inglese e francese e so risolvere equazioni di secondo grado. So far sì, entrando in una stanza, che la gente taccia e mi ascolti. O almeno: che simuli di farlo in modo del tutto convincente. So persuadere. Sono capace di avvolgere i miei arti in posizioni di yoga di cui non ho mai imparato il nome. Ho il dono dell’equilibrio, della calma e dell’ubiquità. Ho sviluppato uno speciale talento nel risolvere controversie tra amanti, litigi tra fidanzati e dispute tra coinquilini. So mettere in fila le parole e so distinguere l’anacoluto dall’ipallage. So scegliere una bottiglia di calvados e distinguo i rum venezuelani da quelli giamaicani. Conosco le proporzioni del negroni e tengo sempre in fresco una bottiglia di martini. So tacere, so zittirmi e possiedo in dote la lucidità. Ho un rapporto maturo e consapevole con la procrastinazione. Ma anche con la determinazione. Cucino con dovizia le uova al tegamino e il mio albume ha la crosticina, ma non si asciuga, e nel mio tuorlo si può intingere il pane. So grattarci sopra la giusta dose di tartufo. So oziare e intendo prendere lezioni di volo.

Segue l’elenco dei vostri, di talenti. E' un ottimo esercizio, lo prescrivo a tutti.

Hanno fatto i compiti ed eseguito lo stesso esercizio:
Chiaratiz
Available in blue
Violette
Bea

14 commenti:

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Io non so neanche andare in bicicletta.

Vado a nascondermi. Io con la mia inettitudine.

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

ps: però guido la macchina e detesto i ciclisti che prendono le strade contromano...grrrrrrrrr...

mich ha detto...

ahahahah
io diventerò bravissima anche a schivare gli anatemi degli automobilisti indignati

vix ha detto...

io so confessare la mia invidia per parecchie delle cose che tu sai fare e io no. soprattutto non so distinguere l'ipallage giamaicana dall'anacoluto venezuelano, soprattutto mentre vado in bicicletta.

antani871 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
antani871 ha detto...

Per le lezioni di volo...fammi sapere...

mich ha detto...

il tuo brevetto è una garanzia, me ne ricorderò.

Anonimo ha detto...

"Sono capace di avvolgere i miei arti in posizioni di yoga di cui non ho mai imparato il nome." mi fa pensare a ciò:
http://www.youtube.com/watch?v=955t2U6hIek
roberto (aka ghirigori)

purtroppo ha detto...

Che bello questo esercizio. E tu lo hai svolto proprio bene. Voglio provarci anche io (se lo faccio, facciamo che te lo dico)
Simone

SaraG83 ha detto...

E un po' t'invidio per tutto ciò. Specie per le equazioni di secondo grado.

Saretta.

viola ha detto...

Buon Natale carissima!

Danilo Avi ha detto...

Oh, è una cosa che mi chiedevo giusto l'altro ieri, mentre il commercialista mi trattava di merda. Cosa so fare? Magari non molto. Ma tu (commercialista, intendo), mi sai dire i nomi dei cinque principali meccanismi di speciazione, che pendenza bisogna dare ad una pavimentazione d'asfalto, e quale invece ad una di porfido, come si tira un cinque sponde di calcio alla goriziana, perchè devi aspettare che sorga il sole per fottere un luccio (non in senso letterale), che note ci sono in un la minore settima nona, e come si chiama la figlia di tua sorella che... uh, no, questa non c'entra, e non so neanche se ce l'abbia, una sorella. So però che, se ce l'avesse, e se lei avesse una figlia, quasi certamente la figlia farebbe un lavoro più dignitoso, seppure peggio retribuito.

Bea ha detto...

Ci sono anch'io! ;)

eta beta ha detto...

e dopo il volo ti vorrai lanciare con il paracadute da 10.000 m ricorda però che " Il paracadute SET 10 Strong si differenzia dal militare T10C per la presenza di alcune fenditure per la fuoriuscita dell'aria, questo significa che sacrificando una parte della superficie di 86 metri quadrati della calotta, utile per il sostentamento, creiamo un flusso di aria uscente dalla parte posteriore che a sua volta per reazione (terzo principio della dinamica) genera una velocità orizzontale in avanti di 2 m/s
utile alla manovrabilità in volo durante la discesa"