lunedì 15 febbraio 2010

Succede che


a volte due cominciano
e pensano di giocare
poi finiscono
con lo strapparsi il cuore



11 commenti:

Laura ha detto...

Uh, Mich... E' che a giocare bisogna esser bravi (a non farsi male).

ps. io, per esempio, mi sbuccio spesso le ginocchia...

Superfly ha detto...

C'est vrai!

Ho visto gente accoltellarsi per un gioco della verità.

Che poi tutto inizia dal..."dai che non mi arrabbio se dici quel che pensi, l'importante è che sei sincero" ...e defunto poi.

Pardon l'intrusione.

Saluts

m ha detto...

Porto ago e filo. Sono diventato bravo a cucir bottoni, non sarà tanto diverso dal rammendare un cuore strappato.

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Ed è un male?

biondatinta ha detto...

eccomi...

mich ha detto...

@ laura: ginocchia, gomiti, bernoccoli... ce n'è un catalogo di arti esposti

@ superfly il Gioco della Verità è anche noto come Roulette Russa (e benvenuta l'intrusione!)

@ m, credo anch'io che rammendare calzini o ventricoli sia grosso modo la stessa cosa

@ jane dipende (dipende da quanto e come ci si è divertiti prima dello sfracellamento finale)

@ biondina, ero certa di trovare la tua comprensione...

Alessandra ha detto...

In manier meno poetica si potrebbe dire "La guerra dei Roses"

mich ha detto...

@ alessandra, preferirei comunque evitare il lancio delle suppellettili...

Iaia Nie ha detto...

presente. sono bravissima a questo gioco.

mich ha detto...

@ Iaia Nie, è un gioco per intenditori. Di solito si comincia dicendo: "Ho tutto sotto controllo" ;-)

Chica ha detto...

...questa è un perla di saggezza....