martedì 29 settembre 2009

Precise disposizioni


Allora, accade più o meno questo, che uno inizi a pensare all'eventualità che morte lo colga prima di riuscire a salutare tutti quanti. Anzi, è abbastanza probabile che accada proprio questo, dato che è piuttosto difficile che uno mentre è lì che agonizza si metta a fare un giro di telefonate per avvisare gli amici. Ora, quello che mi turba è che ci sono persone che non lo sapranno mai. Pensate pure che da parte mia si tratti di una forma perversa di narcisismo, può darsi, però questa cosa che certuni non verranno a sapere della mia dipartita non mi va proprio giù. Non parlo di chiunque io abbia conosciuto su questa terra, è ovvio, parlo piuttosto di compagni per certi versi transitori, amori ad interim, amici di passaggio, che però hanno influito in modo decisivo su certe nostre giornate. Definiteli come vi pare, fatto sta che sapete con certezza che non sono abbastanza presenti nel vostro presente da poter incrociare l'epigrafe con il vostro nome. E quindi? Come fate a sopportarlo? Ho dunque immaginato di depositare presso un notaio alcune precise disposizioni, come ad esempio un elenco di persone da contattare in caso di calamità che mi vedano protagonista. Avevo anche pensato di lasciare presso il suddetto l'elenco delle mie 6 caselle di posta e dei miei 7 altri account con relative password (compreso questo) con indicazioni dettagliate su come dare la notizia attraverso la mich virtuale. Ma ho lasciato perdere perché in questo modo ne verrebbero probabilmente informate anche persone che ne sarebbero felici e non mi va tanto. Alla fine dunque ho lasciato perdere le vie legali, ho messo giù qualche nome e, presa da cotanti pensieri, ho scritto a un'amica quanto segue:


senti, sono in paranoia pura: se dovesse capitarmi qualcosa di brutto e/o tragico (intendo qualcosa di semi-definitivo tipo morte, incidente gravissimo, leucemia fulminante o patologia rara) mi prometti che farai in modo, per quanto in tuo potere, che questo elenco di persone lo sappia? conto su di te [segue elenco con recapiti]

26 commenti:

Vittoria A. ha detto...

ciao mich, tutto a posto vero? questi momenti vanno e vengono, la paranoia prima poi affligge tutti. sono una veterana! :D

Fed ha detto...

uh, in quanto a paranoia penso di essere abbastanza ferrata e mi sono posta anche io la stessa question più volte, ma allo stesso tempo sono terribilmente pigra, per cui ho concluso che non devo preoccuparmi io di far sì che gli altri siano informati, che si arrangino da soli! ;)

Spinoza ha detto...

Basta che non venga qualche accidente a entrambe, contemporaneamente... corna e bicorna!

eppifemili ha detto...

no scusa...
ma come ti vengono!!!!??!

che ti preoccupi a fare!?!
è una gran fatica inutile!

in questi casi ti consiglio un chiletto di gelato al cioccolato e passa tutto.
Elenchi compresi.
;)

mich ha detto...

@ vittoria, il fatto che non mi abbiano trovato l'ulcera non vuol dire che non ce l'abbia [cit. l'ultimo woody allen]
;)

@ fed, potremmo organizzare delle spedizioni dall'aldilà per venir di notte a tirare i piedi ai nostri amici

@ spinoza, ho pensato anche a questo ed è già partita la mail di riserva per l'amica n° 2

@ eppifemili: non dirmi che non ti capita mai, un qualunque martedì mattina, di interrogarti sulle pubbliche relazioni mortuarie e sul galateo funebre!

Gary Coopo ha detto...

beh fa piacere non essere l'unico sclerato ad avere pensato a tutto cio' e di aver nominato un mio amico esecutore testamentario nonche' incaricato di organizzare il mio funerale bis, quello con tutte le persone che non fanno parte della mia vita ufficiale ..:)
Comunque non disperare, dopo la tua dipartita provvederemo a sbandierare ai 4 venti le tue (poche) virtu' e i tuoi (innumerevoli) vizi :D

Laura ha detto...

Due notti fa mi è capitato di fare pensieri simili... Sai, credo siano più frequenti di quanto non si voglia ammmettere.

E però stasera ti offro virtualmente una tazza di tisana "notte serena", che non funziona ma riscalda :-)

(posso essere un po' Nonna Papera anch'io?)

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Tesoro, tu hai bisogno di una vacanza!

mich ha detto...

@ gary quest'idea del funerale bis con gli amici ufficiosi è fantastica! provvedo subito ad aggiornare le mie disposizioni

@ laura ti concedo un Nonna Papera interinale e accetto molto volentieri la Tisana Notte Serena anche se sono le 10 del mattino

@ jane, tesoro, tu hai ragione

splendidi e scaramantici quarantenni ha detto...

io potrei cantare YMCA dei Village People al funerale bis. ovviamente vestito di pelle. Se interessa...

Anonimo ha detto...

Non "Funeral show" dei Gufi?

Danilo

mich ha detto...

@ splendido, ti prego, fallo. sei appena stato inserito nell'elenco dei recapiti

@ danilo: questa me la canti tu?

Anonimo ha detto...

Beh, il giro di chitarra è un po' un casino (voglio dire, Patruno non è un dilettante), ma posso provarci.

Danilo
(http://treesong58.splinder.com/, se mi vuoi inserire in un elenco di recapiti che spero non vengano mai recapitati. Il fatto è che quel 58 non è il numero di scarpe, e trovo che un buon motivo per non credere in dio sia che non rispetta la sequenza delle date di nascita. Ma magari mi legge e rimette le cose in ordine, cosa vuoi sapere).

sancla ha detto...

Questa è organizzazione ed efficienza (pure troppa, per me)
:)

Fabietto82 ha detto...

E' un'idea fantastica e penso ne potrebbe nascere un business! Che ne dici se aprissimo un'agenzia di Public Relations Post Mortem?

mich ha detto...

@ danilo bisognerà parlare un giorno con dio per discutere insieme del suo senso dell'umorismo

@ sancla, sai, mi secca lasciare le cose in disordine...

@ fabietto che imprenditore nato!

Miriam ha detto...

Francamente non ho mai pensato di dovermi preoccupare del fatto "chi verrà o meno al mio funerale...."
O sono troppo ottimista e penso che le persone che mi conoscono e mi sono amiche ci saranno o forse sono terribilmente spaventata all'idea della mia morte che non ci penso proprio per niente!
Ma sì, quando verrà verrà....che stress se devo pensare di organizzare anche il mio funerale, magari con tanto di inviti e posti numerati o riservati(come si fa per i matrimoni....), magari inviterei qualche compagnia teatrale o di attori di strada, farei fare un numeretto di lancio di palloncini multicolori, in sottofondo allegre ballate e musiche varie, così giusto che ci siamo per rendere il tutto meno pesante e tragico(bè questa ipotesi mi piace di più....).
Ma probabilmente non verrà nessuno al mio funerale perchè semmai manderei dei bigliettini(rigorosamente colorati e profumati) per dire a TUTTI di non perdere il loro prezioso tempo con la mia sepoltura ma di dedicarlo per qualcosa di più utile e proficuo!
Tanto i funerali non piacciono a nessuno...

Anonimo ha detto...

Mich: se ho una certezza, una sola, al mondo, è che dio ha lo stesso identico senso dell'umorismo di un tedesco di Monaco.
Miriam: i funerali non servono ai morti. Quelli sono, come dire, morti, appunto. Servono semmai ai vivi, per elaborare il lutto, per ribadire lo status, per avere qualcosa a cui pensare, o roba del genere. Il che è anche il motivo per cui non capisco Mich. Voglio dire, a me dispiacerebbe non sapere che qualcuno è morto, ma se fossi morto _io_, sono certo che non mi dispiacerebbe più di niente.

Danilo

Miriam ha detto...

Ciao Mich, passo perchè sono estremamente curiosa di vedere come evolve la chiacchierata riguardo al tuo post! A volte ci viene in mente una cosa come è capitato a te riguardo al fatto degli "invitati" al tuo funerale e poi ci ritroviamo a pensare "ma che cavolo mi è passato per la testa?".
Trovo il commento di Danilo(ciao, hai per caso un blog personale?)abbastanza incisivo! Ho sempre pensato che i morti e così noi stessi, una volta arrivati a quel capolinea, abbiamo (finalmente) ben poco da preoccuparci del dopo...i funerali sono SOLO una triste e patetica macchina per far fare soldi alle agenzie funebri e chi è un poveraccio non si può permettere neanche la sepoltura...Tutti, purtroppo abbiamo avuto in famiglia l'esperienza indiretta...
Probabilmente è come dice il tuo lettore..."i funerali servono ai vivi per elaborare il lutto"...anche se talvolta è così difficile riuscirci....
Anch'io francamente preferisco pensare che tra i vivi che mi hanno conosciuta in passato e che tutt'ora mi conoscono, si ricordino che esisto e mi facciano almeno una telefonata!
Il resto, davvero vada come vuole...chissenefrega di quel giorno cupo che tutti vorrebbero non esistesse?
Miriam(sospesa nel tempo)

mich ha detto...

miriamo, danilo

credo che le vostre riflessioni siano sostanzialmente condivisibili. però però... e va bene che sarei morta e chissenefrega dei partecipanti al mio funerale, ma da viva sono considerazioni che mi piace permettermi!
(ed è ovvio che si potrebbe parlarne a lungo e seriamente, ma oggi il mio approccio è quello di una blogger che mette i suoi interventi sotto il cappello dello "scopo ludico")

grazie della vostra regolare presenza quissù, mi fa piacere :)

Miriam ha detto...

ma a me fa più piacere essere qui da te, non tanto per esserci...oggi ci siamo domani....giusto per essere in tema....ma non è molto divertente come battuta ironica, quindi risparmio il seguito onde evitare lanci di pomodori e verdura in questa direzione(cioè la mia!).
Trovo che invece questo tuo modo di pensare/scrivere è molto originale e in mezzo a tanta e troppa razionalizzazione(io stessa spesso ne sono vittima....)è l'antidoto migliore per prendere la vita con ironia, parlando a voce alta anche di "come sarà il mio funerale?", davvero perchè no? mi auguro che si aggiungano altri pareri IRRAZIONALI e VISCERALI e non come i miei, adesso che ci penso...fin troppo ancorati al vero.Purtroppo siamo stati abituati a fare più o meno così, tanto che poi risulta difficile staccarsi da questo vecchio(e noioso) condizionamento stereotipato!!!
Un caro abbraccio più VIVO che mai a te cara e simpaticissima mich, cosa ti tocca sopportare....

Anonimo ha detto...

Mich: sorry. Sono già stato accusato di mancanza di leggerezza e, beh, mi dichiaro colpevole.

Danilo

L'antologia urbana ha detto...

Confessalo, ti sei rivolta alla tua amica per risparmiare.
Il notaio è un lusso, ma vuoi mettere sentirsi contattare da una voce formale e asettica incaricata di annunciare la tua morte? Avresti chiuso con stile.
Ovviamente risparmiando perdi tutta la performance...

Vittoria A. ha detto...

Ciao mich! Vedo che anche a te piace Woody Allen! Sono riuscita giusto a passare a farti un salutino appoggiandomi al pc di un'amica. Un abbraccio!

mich ha detto...

@ miriam, io sono (ahimè) ancoratissima agli stereotipi del vero... li abbandono sono per iscritto!
;)

@ danilo, suvvia, non buttarti così giù. hai dimostrato in altri interventi di saperti amabilmente sollazzare con la leggerezza!

@ antologia, è così. la mia amica ha promesso di farlo gratis (e, anche volesse dei soldi, a quel punto non potrebbe certo chiederli a me)

@ ciao vittoria! non ho fatto che pensare a quei muffin!

SCIUSCIA ha detto...

Uhm, però. Non avevo mai pensato a questo.