lunedì 21 settembre 2009

Rewind



C'è questo cantante, può essere che qualcuno di voi lo conosca, si chiama Vasco Rossi. Adesso non venitemi a dire che voi non vi bagnate nella folla del signor Rossi, pfui, che non avete mai canticchiato, magari senza rendervene conto, qualche vecchio successo e che lo lasciate alla massa mentre voi ascoltate soltanto retrospettive di musicisti ucraini possibilmente morti nei gulag. Che ci stanno anche le retrospettive dei musicisti morti, ci mancherebbe, ma oggi Vasco Rossi mi serve per un concetto in particolare: quello del Rewind, non necessariamente legato al sesso, come invece compare nella canzone del nostro amico, ma esteso a tutte le possibili varianti. Non mi viene in mente un altro che l'abbia usato con la stessa accezione (senz'altro esiste, e può darsi che non si tratti per forza degli Zero Assoluto, solo che oggi mi martella in testa questa, di canzone), un'accezione molto particolare. Non ha niente a che fare coi rimpianti e coi rimorsi: qui si tratta di fare una manciata di passi indietro per rivivere tutto da capo senza cambiare una virgola. Fare Rewind perché è stato una figata insomma, non per cambiare parole o situazioni o per ripercorrere una vicenda con in mano il bloc notes dei se e dei ma. La ripercorriamo perché ci è piaciuto, perché era perfetto così. Certo, a volte si vorrebbe tornare indietro per rimediare, per cambiarlo quel maledetto attimo, anche solo per prendere quell'incrocio in bici senza fidarsi del principio della precedenza. Ci sono anche questi, di tormenti, quando si desidera far qualche passo a ritroso: torno indietro e rifaccio tutto diverso. Ma altre volte no. Altre volte si vorrebbe il tasto Rewind per rifarlo uguale.

15 commenti:

Laura ha detto...

E' verissimo... Capita raramente (almeno a me) ma capita! Voler tornare indietro semplicemente per vivere le cose/esperienze esattamente per come le abbiamo vissute.

Oggi tuona qui. Mich, mi è venuta anche un po' di nostalgia malinconica :-)

La Strega ha detto...

Mai avuto voglia di tornare indietro... le cose brutte meno male che son passate e quelle belle alla lunga diventano stucchevoli...

mich ha detto...

@ laura: pioggia a dirotto anche qui e oggi il rewind mi serve proprio per crogiolarmi nella nostalgia in effetti

@ la strega: insegnami!

splendidi quarantenni ha detto...

Rifallo che non capisco, cantava Ron. L'ho sempre trovata molto simpatica questa esortazione.
A nordest splende il sole...

Anonimo ha detto...

;

eppifemili ha detto...

ma per rifarlo uguale basta il ricordo!

che bisogno c'è di riviverlo!?!?
Meglio viverne un altro di bel momento no?!?!

sancla ha detto...

Se è per rifarlo, preferisco che sia in un modo diverso, per vedere cosa mi sono persa (si, sono la solita incontentabile :D)

hound ha detto...

tornare indietro, certo. pura all'epoca in cui vasco rossi era vasco rossi.

mich ha detto...

@ splendido ho cercato il testo della canzone di cui parli: una vera romanticheria. Ma anche "a te ti sento dentro come un pugno" fa sempre il suo effetto

@ anonimo ;;

@ eppifemili concordo pienamente sul viverne un altro di bel momento. Ma ti pare che saremmo qui a disquisire dell'Opzione Rewind se fosse sempre possibile?!

@ sancla sono d'accordo: da rivivere con qualche variante, purché all'altezza

@ hound: 10 anni fa suppergiù (a voler essere generosi)

Fabietto82 ha detto...

Posso dire che preferirei un tasto fast forward da utilizzare nelle situazioni del cazzo? :)

Qualcosa tipo: http://it.wikipedia.org/wiki/Cambia_la_tua_vita_con_un_click

Gary Coopo ha detto...

mi sa per tornare ad un momento cosi' che vorrei vievere e rivivere in loop consumando il tasto rewind devo andare a fondo nastro a quando mi attaccavo al seno di mia madre .. e tutto il mondo sembrava a mia disposizione

Anonimo ha detto...

E' una cosa che causerebbe qualche paradosso, mi sembra. Nel senso che se sai di aver pigiato il tasto, allora non sei più la persona che ha vissuto quella cosa per la prima volta, visto che ne conservi la memoria. Se invece non lo sai, allora non è un _re_wind.
Boh. Io preferirei le pillole per l'amnesia selettiva. Potrei guardarmi Il padrino tutte le sere...

Danilo

mich ha detto...

@ fabietto dispongo del il fast forward ormai da tempo!

@ gary lo so che non ne tornano più di momenti così

@ danilo, questa della pillola per l'amnesia selettiva è una genialata, contatto subito il mio pusher

splendidi quarantenni ha detto...

e vuoi mettere: "si stupendoooo, mi viene il vomitoooo"?. Insuperabile!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Concordo con Eppi: per il rewind basta il ricordo.

E se hai paura che col tempo qualcosa possa sfuggire, ti suggerisco di mettere tutto per iscritto come sto facendo io con l'Erasmus.
Ad 80 anni io ed i miei amichetti di bagordi rileggeremo i post e ci faremo grasse risate...come sono lungimirante! :)