domenica 27 dicembre 2009

Il film preferito


Ci sono due film che devo vedere durante le feste. Va bene anche solo scovarli per una manciata di minuti, non occorre l’intera visione. No, niente di modaiolo, nessuna ultima uscita al cinema: sto parlando del palinsesto televisivo natalizio. Ieri ho incrociato il primo di questi due film: I Goonies. Per chi non sapesse di che sto parlando (persona per la quale mi dispiaccio molto), si tratta di una cialtroneria d’avventura molto ben fatta il cui pubblico medio ha 10 anni: un gruppetto di bambini si mette sulle tracce di un tesoro piratesco che salverà dalla rovina economica la famiglia di uno di loro e permetterà l’arresto di una banda di imbranati criminali. Molta amicizia, molta avventura, qualche trovata trash infantile, zero volgarità e un sacco di buoni sentimenti. Nel complesso godibile: se mai ne avrò, lo farò vedere ai miei figli.
L’altro film che farò vedere ai miei figli è una favola romantica dall’happy end obbligatorio: Lady Hawke. Se non conoscete nemmeno questo potete piantarla subito di leggere. Anzi, di leggermi in assoluto, se mi volete dovete prendere tutto il pacchetto: la quota irritante e la quota dagli occhi a cuore (per quanto quest’ultima sia oggettivamente più rara). Dunque, Lady Hawke, dicevo, è una favoletta nella quale i due protagonisti, belli, atletici e medievali, sono vittima di un malefico incantesimo. I due si amano pazzamente ma non possono mai incontrarsi, benché vivano praticamente appiccicati: di giorno lui è un fustone a cavallo che si porta a spasso lei su una spalla, sotto le sembianze di un uccello rapace, di notte invece lei è una biondina diafana che vaga per i boschi insieme a lui, che le sgambetta accanto sotto forma di lupo. Dato che non voglio fare dello spoiler non vi racconterò come un simpatico ladruncolo li aiuterà a rompere l’incantesimo perché i due possano finalmente guardarsi negli occhi e amarsi.
Ecco, questi sono tra i miei film preferiti. Posso definirli tali senza timore di venir contraddetta: quando si parla di film preferiti siamo tutti bravissimi a citare i vari Kim Ki Duk, Kubrick, Tarantino, i Coen, facciamo a gara a citare il miglior film muto francese di sempre e robette così. Ochei, ci sto: se mi sfidate a chi ha i gusti cinematografici più colti e più snob potrei dire la mia. Ma qui si tratta del film preferito inconfessabile, quello che se lo vediamo ci riconcilia con il pomeriggio e con qualche nostro fanciullino dimenticato nella pancia (cosa che mi sarebbe difficile dire per la visione del bellissimo e soporifero, cito a caso, La mia notte con Maud di Eric Rohmer).

Bene, io ho confessato. Ora tocca a voi.

28 commenti:

Canemacchina ha detto...

io aspetto Jim Jarmusch...
nel frattempo sei vuoi suggestionarti un po'con questo video ;-)

http://www.youtube.com/watch?v=jZsHNkAJBDU

m ha detto...

Non saprei dire, il film che mi piace di più? Ce ne sono così tanti, davvero tanti. Uno a caso?
Bigliettini piegati, boccia di vetro, infilo una mano... "Brazil" di Terry Gilliam, anche per la musica.

http://www.mymovies.it/trailer/?id=3685

Paolo ha detto...

Cara Mich,
se la mettiamo su questo piano
West and Soda di Bruno Bozzetto
e ho detto tutto...

Anonimo ha detto...

Ok, ok, il film delle caprette, tutti insieme appassionatamente. Ma lo negherò davanti a qualunque testimone, sappilo.

Danilo

splendidi quarantenni ha detto...

Franchenstain giunior. Me lo compro, pure.

Gary Coopo ha detto...

se deve essere trash coming out che lo sia: "l'ultimo boy scout" con Bruce Willis. Ma se me lo chiedi in pubblico neghero' fermamente e diro' "il raggio verde" di Rohmer

mich ha detto...

@ canemacchina: jarmush non vale! non è classificabile tra gli inconfessabili!

@ m no no, non va bene, gilliam è troppo radical chic. il topic è un altro! riprova

@ paolo, dovrò wikipediarlo questo, non lo conosco

@ danilo, bellissimo inconfessabile!

@ splendido, mi sa che è questo è sul limite tra gli incoffessabili veri e gli inconfessabili che fa figo confessare

@ gary, io in pubblico citerò solo coreani in lingua originale

Carlo De Petris ha detto...

io non confesserò mai le mie passioni per i film da te citati, per i Gremlins oppure anche per Fantaghirò. Mai.

Io mi impegnerò ad esaltare le lezioni che ancora oggi può regalarci "La passion de Jeanne d'Arc" di Carl Theodor Dreyer (bianco e nero, muto, 1928) perchè questa è cosa buona e giusta!

Canemacchina ha detto...

...nememno sotto l'effetto della scopolammina e della tortura riuscirai a farmi pensare di vedere un cinepanettone

:-D

m ha detto...

Si, ma allora non mi è chiaro come funziona il gioco. Devo indicarti un film che mi fa schifo o uno che mi piace? Se vuoi uno scheletro nell'armadio te ne racconto una.

Era l'estate dell'89, mi trovavo al mare, pioveva da più di una settimana e avevo già veduto ogni film possibile nei tre cinema del paese. Anche un soft porno, per dire. Quel pomeriggio proiettavano un film di fantascienza o almeno così credevo. Ho fatto il biglietto in tutta incoscienza e sono entrato. Quello è stato l'unico film per cui sono uscito dalla sala dopo una decina di minuti di proiezione, s'intitolava "Balle spaziali 2". Avrei ucciso il regista con le mie mani, se lo avessi incrociato uscendo dalla sala.

Laura ha detto...

Accetto la sfida!

...Il padre della sposa (con Steve Martin)...

1 e 2!

...e quanto mi fa ridere il wedding planner!

mich ha detto...

@ carlo, confessare fa bene, io so che puoi farcela a tirar fuori le lacrime che ti provoca la visione di una commedia romantica con meg ryan

@ canemacchina, dai! c'è una discreta gamma di possibilità pseudo-decorose tra i cinepanettoni e godard!

@ m il gioco consiste sì nel tirar fuori scheletri dall'armadio, esatto, però la confessione è dire: quello scheletro mi piacque assai!

@ laura, niente male!

canemacchina ha detto...

...quando non ero ancora maturo mi piaceva "Attila- flagello di Dio"
;-D

ndr ha detto...

Ummm. A parte che hai citato uno dei miei film preferiti (e posso dirti che da piccolo ne rifiutai una visione perché pensavo mi facesse paura, mentre l'anno dopo lo vidi qualcosa come una volta e più al giorno per una settimana) con una delle mie attrici preferite, uno dei registi che beh, non per dire, ma ha fatto anche altri film che sono nella mia lista di favourites (Arma Letale, per dire) e per dire, non mi ero accorto che anche l'altro film che citi, ehi, è suo!!! Richard Donner.
Comunque, uno dei miei film è, e a dirla tutta non me ne vergogno affatto, e lo cito spesso, beh, è "Harry ti presento Sally", film che ho visto un numero imprecisato di volte. E come dimenticare V for Vendetta? E un film di Forster, Vero come la finzione, che se non hai visto ti consiglio, con un cast di tutto rispetto, una storia sul potere della letteratura sulla realtà, per così dire. Con un incipit davvero molto bello. Ma questa è una scoperta di questo 2009, e l'ho visto solo 4-5 volte. Ho già citato Arma Letale. Poi c'è la serie di commedie americane con attori e attrici che mi piacciono, quelle con Tom Hanks e Meg Ryan (Sleepless in Seattle e C'è posta per te), quelle con solo Meg Ryan (oltre a Harry etc ricordo anche Innamorati cronici, e l'altra con Kevin Kline di cui non ricordo il titolo), la stupenda Michelle Pfeiffer con George Clooney in "Un giorno per caso". Commedie di stampo "classico", più o meno, direi. Una commedia "diversa" è invece "Ubriaco d'amore" di P.T. Anderson, spettacolare, con Adam Sandler (visto anche in un altro film non idiota come "A reign over me" - mi sembra questo il titolo, ma non sono sicuro - in cui è un uomo solo devastato dalla perdita della sua famiglia). Mi piace un sacco Wes Anderson, ma mi sa che sto andando su un genere che non va bene per questo post...ciaooooooooo!!!!!!!
(-:

mich ha detto...

@ canemacchina wow! l'abatantuono degli anni ottanta è un'ottima confessione! non temere: siamo tra pochi intimi, il tuo segreto reserà tra noi

@ ndr ma sai che ho realizzato un secondo fa grazie alla tua segnalazione che i Goonies e LadyHawke hanno lo stesso regista?! quanto alle commedie ben fatte non si può dimenticare "Quattro matrimoni e un funerale"...

ndr ha detto...

"Quattro matrimoni e un funerale"!!! Lo ricordavo giusto ieri l'altro. Sabato sera si voleva andare a vedere "Sherlock Holmes", ma siamo arrivati e. Finiti i biglietti! L'ultima volta che mi era accaduta una cosa simile era stata, appunto, quando si voleva andare a vedere "Il corvo". Cosa c'entra con "Quattro matrimoni..."? Beh, per "Il corvo" non ci fu verso di entrare, così andammo a vedere "Quattro matrimoni e un funerale" (-:
ma sai che l'ho scoperto anch'io scrivendo il commento, che sono andato a rivedere se mi sbagliavo sul nome del regista di Ladyhawke? Eh. son cose.
((((((((-:

Spinoza ha detto...

Essì, ognuno ha i propri. Io ho Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato (non la cialtronata con Depp, ma quello con Gene Wilder)...

ghirigori baumann ha detto...

a me, onestamente, tarantino non piace. non è per fare il bastian contrario, è che dopo aver visto kill bill e kill bill 2 mi sembrava di aver giocato a un picchiaduro per quattro ore.
sì, ho visto anche pulp fiction. sì, ho visto anche reservoir dogs. sì, ho visto anche inglorious basterds (ed è stato l'unico che mi sia piaciucchiato)

Felipegonzales ha detto...

bè, e "Una poltrona per due"?

m ha detto...

Allora niente da fare, ci ho pensato e ripensato, ma mi piacciono solo i film belli.

Un momento... la saga dei film di Fantozzi? Quelli mi fanno sempre ridere forte e li considero film di culto.

mich ha detto...

@ spinoza QUEL willie wonka lo conosco a memoria, ricordo anche che mi faceva un po' paura (ancora non avevo scoperto le delizie del grottesco)

@ ghirigori, kill bill 1 e 2 sono nella mia personale Accademia dei Sopravvalutati... Ma sui Bastardi non ho dubbi: fantastico!

@ felipegonzales giusto! natalizio e di buon umore

@ m posso concedertelo, sì, anche se sull'affermazione "A me piacciono soltanto i film belli" si potrebbe disquisire a lungo...!

Carlo De Petris ha detto...

pssssss

non c'entra niente col natale ... ma "il piccolo mago dei videogames" è una perla senza tempo. Dovevo dirlo XD
E non dimentichiamoci nemmeno di Mamma ho perso l'aereo!


Ho deciso, domani vado a comprarmi il Blu Ray di Metropolis (Fritz Lang, 1926)
grazie al formato in alta definizione potrò godere appieno dell'usura della pellicola d'annata *_*

m ha detto...

Vero, cose del tipo "la bellezza è soggettiva" e "il bello è relativo". Poi io mi infervorirei mentre ti parlo di educazione alla bellezza, tu mi porteresti validi argomenti e finiremo a pugni.

sara ha detto...

ciao, non ti ho mai commentato ma con un post come questo come faccio a non dire la mia? il mio è "giovani, carini e disoccupati" (reality bites)... ; ) ora attendo i lanci di pietre...

Maria ha detto...

Adoro Lady hawke, l'ho visto un milione di volte.
sotto le feste io vedo sempre ghost, che infatti hanno dato l'altra sera. l'altro mio film preferito è dirty dancing.
poi, inconfessabile, quei bmovie sui GGGGGGGGGGIOVANI americani che davano su italia 1 al pomeriggio.
ecco, ora l'ho detto

Maria ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
dautretemp ha detto...

Ooh... adoro Lady Hawke, ma quest'anno non l'ho beccato! Ah già... ho eliminato la tv!

mich ha detto...

martedì 5 gennaio, ore 21.00, rete4: il palinsesto natalizio ha infine previsto Lady Hawke (che io purtroppo non ho potuto vedere nemmeno per cinque minuti). ringrazio pubblicamente maria per il msg con cui mi informava, con puntualità adorabilmente adolescenziale, della programmazione.