martedì 2 marzo 2010

Con 24mila baci


Oggi parlerò di un aspetto molto importante per la genesi di una relazione. È un elemento sostanziale, se questo non funziona c’è il rischio concreto che la storia non si schiodi dai blocchi di partenza: sto parlando del bacio. Pare semplice, lo so, gente navigata come noi mica ha tempo di fermarsi a pensare al contatto di labbra e lingua, molto più importante sembra essere tutto quello che segue. E invece no. Io, se il primo bacio non mi è piaciuto, è molto difficile che mi metta a pensare al resto. E so per certo di non essere l’unica a vederla così. È anche vero che non siamo persone intransigenti e diamo più di una chance, perché se il primo bacio non è stato un granché può dipendere da mille ragioni: timidezza, ascesso al dente del giudizio, una bolla sulla lingua e altri simili problemini. Quindi generalmente ci riproviamo. Ma se anche i tentativi seguenti non lasciano scampo all’insoddisfazione è finita. Punto. È troppo importante.

Grazie alla mia personale esperienza, ad anni di appunti meticolosi, oltre che con l’aiuto di un numero adeguato di segnalazioni, ho tirato giù un parzialissimo elenco di baciatori da evitare con attenzione. E se il bacio perfetto non è forse definibile, sicuramente possiamo descrivere quello che un bacio non deve essere. Allora:

  • il bacio a mulinello: la lingua rotante non piace nessuno, fidatevi. Specialmente se vi mettete ad alternare senso orario e antiorario, convinti che variare la marcia vi renda più sexy

  • il bacio vortice: è la variante con risucchio del bacio a mulinello. Basta un attimo per venir inghiottiti

  • il bacio a scodella di cane: avete presente quando mettete l’acqua nella ciotola di Fido e lui beve felice? Ecco, uguale

  • il bacio bavetta: esistono metodi infallibili per distribuire la saliva in modo più dignitoso, davvero, vale la pena provarci

  • il bacio senza lingua: suvvia, non essere timido!

  • il bacio dove-diavolo-mi-stai-baciando?: se mi lecchi il mento o ti metti a limonare col mio naso mi viene voglia di darti un pugno. Non sto scherzando

  • l’otorinolaringoiatra: quello che vi tocca le tonsille con la lingua. Suppongo che attualmente sia un medico

  • il bacio a cotoletta: più che di movenze è un problema di consistenza: una fettina impanata inamovibile, te la ficcano in bocca e aspettano, cosa non si sa (per gli altri tipi di bacio ricevo sempre solidarietà, del tipo “lo so, è capitato anche a me”, ma ogni volta che cito questo qui nessuno annuisce, mi sa che la cotoletta l’ho incontrata solo io. Che fortuna, eh?)


26 commenti:

mich ha detto...

E' un pezzo vecchietto questo, cui sono molto affezionata. L'ho rimesso a posto e ho completato il restyling con quel bacio lì, quello di Jude Law e Norah Jones in "My strawberry Nights"

patèd'animo ha detto...

bacio a cotoletta.. eccomi, forse sono la seconda.
E sul "dove diavolo mi stai baciando?" hai ragione. Parte la testata in automatico.

simple ha detto...

E il bacio trapano? Neanche il tempo di accorgerti che sta per baciarti e ti ritrovi con i denti perforati..
:D
PS: bello quel bacio lì.

Gary Coopo ha detto...

sì ok, queste sono le cose da non fare ma quindi un povero cristo che deve fare invece?

Prescia ha detto...

ahahahahhahaha chi di noi non ha provato almeno una volta uno di questi baci????
e che dire del bacio leccadenti???
caro, per questo uso lo spazzolino!!!!grrr.. :)

Spinoza ha detto...

E la lingua no, e la lingua sì... mettiti d'accordo!

ghirigori baumann ha detto...

questo va nella mia top 5 personale.
"convinti che variare la marcia vi renda più sexy" è una perla. anche "a scodella di cane" merita un applauso.
e come si fa a limonare con un naso?

claire ha detto...

ahah bellissimo! la lingua a cotoletta mi è capitata per un bacio. finito subito li. poi mi è capitato anche l'indeciso,o il timido, non so, quello che mette un pezzettino di lingua e poi la toglie, ritenta e desiste. ecco lo odio

splendidi quarantenni ha detto...

Ora capisco perché la mia ragazza tirolese mi chiamava Wienerschnitzel!

ndr ha detto...

e invece le donne sanno tutte baciare, eh? scherzo, eh. però il bacio, come molto altro, è cosa che si fa in due. e il primo è sempre un gran casino. poi s'impara (-: (e non tutto va bene con tutte, e viceversa, credo)

ndr ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Laura ha detto...

Mi hai fatto tanto sorridere (belli anche i commenti)! Poi pensavo che, a parte il mulinello vorticoso (che credo di aver provato in qualità di soggetto quasi passivo), io nel mentre faccio caso al sapore, cioè se mi piace o meno... Lo so, non è che sto mangiando una mela, eppure!

Ecco, ho detto la mia :-)

mich ha detto...

@ patè, la testata in automatico mi trova assolutamente favorevole!

@ simple il bacio trapano mi manca e, devo dire, se posso mi terrei volentieri questa carenza

@ gary, niente ansia da prestazione, è un bacio! discreto ma presente, sensuale ma non molesto. facile no?

@ prescia benvenuta! il leccadenti è roba da orticaria!

@ spinoza, la lingua sì, ma se anche ho la tonsillite non mi serve la diagnosi!

@ ghirigori anch'io pensavo fosse impossibile limonare con un naso, ma ho dovuto ricredermi

mich ha detto...

@ claire concordo: ci vuole un minimo di coerenza linguistica!

@ splendido, dimmi di no, ti prego, dimmi che non sei un detentore di cotoletta, please!

@ ndr, le donne fanno gli stessi errori, ovvio. quanto all'imparare sono convinta che in effetti possa essere cosa molto divertente

@ laura, il sapore, ovvio, per quello ci vorrebbe un post a parte ;-)

ndr ha detto...

imparare è sempre divertente.

Gary Coopo ha detto...

ma non so però questa attenzione ai tecnicismi, questo osservarsi ed osservare per me è sempre un po' rivelatore di uno scarso coinvolgimento .. credo la cosa fondamentale sia quella, se senti che il contatto mette in moto corpo e anima si conquista la libertà di risultare strani o impacciati

biondatinta ha detto...

ah sono d'accordissimo. il bacio la dice lunga. no bacio no party. aggiungerei il bacio lingua-toccata-e-fuga: per favore la lingua quasi meglio se non c'è, piuttosto che usarne sempre solo un pezzettino, non credi mich?sfruttiamo le potenzialità ;)

Anonimo ha detto...

Il sapore...
C'è un sapore particolare, una via di mezzo fra la carne cruda e il profumo del pane. E' il sapore dell'eccitazione, se lo senti _sai_.
Ma dovrei stare zitto, con i miei due pacchetti di MS al giorno. Temo che per me valga quel che è stato detto di Sgarbi: è come leccare un posacenere usato :-)

Danilo

lastregadiportobello ha detto...

Non dimentichiamo il Bacio - "vediamo se hai tutte le otturazioni dentali al posto giusto": chi passa la lingua su ogni singolo dente, arcata superiore ed inferiore, per essere sicuro di non averne dimenticato nessuno.
Meglio di una panoramica, e senza il problema delle radiazioni...
Eh si..lo so..ho fatto pessime esperienze..

Enrico Grazioli ha detto...

Molti anni fa un mio amico parlandomi affascinato di una ragazza con cui stava uscendo mi disse "e poi bacia con i denti". Non capii mai il significato della cosa.

mich ha detto...

@ ndr, già, ci sono discipline nelle quali è così bello dimostrare tutte le proprie lacune

@ gary, l'esegesi del baciatore è sempre successiva al bacio, in genere la si fa quando le farfalle dell'attimo si sono sopite e ti metti a ripercorrere mentalmente la sequenze delle movenze. Più dettagli macabri ricordi, minore era il coinvolgimento in effetti.

@ biondatinta, la toccata-e-fuga è un di un frustrante!

@ danilo, il sapore dell'eccitazione è uno dei migliori che io distingua

@ stregadiportobello, benvenuta, a te e al tuo odontoiatra del cuore!

@ enrico, ciao, benvenuto anche a te da queste parti. Credo che fondamentale sarebbe capire cosa ne pensava quel tuo amico del "bacio coi denti"...

Calzino ha detto...

Non so se odio di più il bacio a mulinello, l'otorinolaringoiatra o quello a cotoletta.
Grande pezzo, comunque ;)

fabietto82 ha detto...

Ma un baciatore scarso è recuperabile oppure è irrimediabilmente perso?

Liquirizia ha detto...

poi c'è quello che ti bacia mangiandoti la faccia. (e non scherzo)
Cavoli, non sapevo se ridere o far finta di niente.
Il bacio risucchio lo odio, ma come si fa a baciar così!!?!?!
ciao! bello il tuo blog!

ndr ha detto...

@mich:
poi è così bello imparare le cose insieme (-:

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Con grande ritardo sono arrivata anch'io a condividere il MIO SAPERE con voi :D

La cotoletta: non pervenuta. Ma esiste davvero?

Il bacio con i denti (dell'amico di Enrico): siii!!! Bisogna essere dei veri esperti per praticarlo con arte, ci vuole un attimo per passare dal "wow come sei passionale" al "aiuto mi vuole mangiare la faccia" (di Liquirizia)